Call of Duty®: Advanced Warfare, il gioco che i fan di House Of Cards stano aspettando.

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Notte Fonda. Frank Underwood è a casa a ipotizzare il suo prossimo piano per portare anti i suoi scopi personali a Washington DC. La tensione è alta, i nervi sono tesi. L’unico modo per rilassarsi è concedersi una partita ad un famoso gioco di guerra in prima persona. Sì, stiamo parlando di Call of Duty.

Personalmente, non sono stato un grandissimo fan di questo gioco, così come lo è stato il nostro shifter Daniele, ma ci ho sempre giocato con molto divertimento.

La visione del trailer di Call of DutyAdvanced Warfare in uscita il 4 Novembre 2014, mi ha lasciato senza fiato. Questo perchè oltre alla definizione del gioco (ormai sono tutti spentosi, o quasi) la necessità di rendere un titolo transmediale è diventata obbligo per catturare l’attenzione dei fan. Quando è partito il video in automatico su Youtube quasi non volevo credere a cosa stessi assistendo: si tratta di una sorta di House Of Cards futuristico con protagonista proprio lui: Kevin Spacey. E si tratta di un villain che è intenzionato a sovvertire il potere della democrazia, facendo cadere il presidente degli Stati Uniti D’America,così come accade nella famosa serie originale prodotta da Netflix.

“E’ stato molto divertente lorare con il team che ha permesso dar vita a Jonathan Irons, il mio personaggio” ha dichiarato Kevin Spacey“La tecnologia usata è impressionante ed è un loro diverso da tutto ciò che ho fatto in passato. Non vedo l’ora di vedere cosa porterà”.

Le parole sulla democrazia mi hanno lasciato allibito, quasi come se stessimo assistendo ad una quarta o quinta stagione di House Of Cards. La qualità dello storytelling è superba e la motion capture è arrivata a livelli spentosi, come abbiamo già visto in passato per titoli come Tomb Raider (parlo del reboot) e Beyond.

Forse un’audace mossa di product placement, ma assolutamente vincente.