Nella folle corsa alla condivisione del digitale, certe volte ci si dimentica di fermarsi a riflettere sulle proprie produzioni e su ciò che si ha fotografato, ripreso, scattato in giro per il mondo.

Una cosa che mi succede spesso, ormai si può utilizzare anche il termine “frequentemente”, è quella di partire per un viaggio, accumulare una quantità industriale di scatti e di materiale video grezzo e di avere poi pochissimo tempo per ritornarci su, anche soltanto per conservare meglio quel ricordo in memoria. È questo il motivo per cui più di una volta ho sentito la necessità di abbandonare mirrorless, Osmo, accrocchi vari ed eventuali e partire soltanto armato di smartphone. Tanto, si sa, alla fine se proprio lo facciamo, riguarderemo soltanto le foto che abbiamo pubblicato sui social, una o due volte al massimo.

È qui che si annida l’errore più grande che possiamo commettere in ambito sia artistico che lavorativo ed è per questo motivo che ho particolarmente apprezzato l’ultimo video di Peter Mckinnon, fotografo e video specialist con sede a Toronto che con i suoi consigli ha costruito una community di oltre 400mila follower su Youtube.

Nel suo video più recente (Peter è uno youtuber davvero prolifico, difficile stare al passo) ha posto l’accento sulla necessità di mantenere vivo e reale il nostro approccio alla fotografia in un modo davvero semplice: stampare i nostri scatti. Per questo motivo, armato di una canon Pro-1000 del valore di circa 1400€ ha dimostrato quanto sia interessante confrontare il proprio lavoro digitale creando delle stampe di alta qualità professionale.

C’è da dire che per ottenere stampe di qualità non è necessario investire un capitale: ad un prezzo davvero interessante è possibile affidarsi a laboratori online professionali, con una serie di soluzioni efficaci che ci consentiranno di cogliere diversi aspetti della nostra tecnica fotografica.

Noi abbiamo scelto Saal Digital, un azienda che ci ha fatto provare il suo servizio e di cui siamo rimasti pienamente soddisfatti. Grazie al servizio di stampa foto o stampa fotoquadri è possibile ordinare e ricevere in pochissimi giorni (provare per credere!) le nostre stampe ad una qualità che ci ha resi entusiasti del risultato.

L’ordine può essere effettuato utilizzando il software Saal Design (disponibile gratuitamente al seguente link www.saal-digital.it/software-download/software-saal-design/) oppure tramite servizio online (www.saal-digital.it/negozio-online/). È possibile scegliere la superficie, il formato e il tipo di fissaggio desiderato. Bastano veramente 5 click per ordinare la stampa e riceverla via corriere a casa o in studio.

Noi abbiamo stampato una foto di un viaggio negli Stati Uniti su pannello PVC 50×70, con ottimi risultati in termini di qualità: definizione di stampa ottimale, colori fedeli al progetto iniziale, supporto resistente e assenza di macchie o sbavature di stampa. Inoltre c’è da dire che l’imballaggio in cui è arrivata la stampa è stato impeccabile: cartone esterno a doppia protezione rinforzata, imballaggio del prodotto in plastica resistente e protezione della stampa con foglio di imballaggio opaco.

Per le vostre stampe potete collegarvi a  www.saal-digital.it ed effettuare il vostro primo ordine.

Oggi vogliamo parlarvi di Atmosphere Aerosol, uno straordinario prodotto proveniente dagli USA che farà felici tantissimi fotografi e video maker anche qui in Italia.

Nell’era dell’immagine e dei nuovi media, la sperimentazione non conosce limiti e ogni giorno assistiamo alla nascita di nuovi concept, tecniche e accessori per la fotografia e il video. Con Shifts! vado sempre a caccia di nuovi trend per spingermi oltre la cosiddetta “comfort zone” in modo da cercare nuovi stimoli al mio lavoro di film maker.

Per questo motivo sono rimasto davvero sconvolto nel conoscere l’esistenza di un prodotto come Atmosphere Aerosol, un’idea semplice ma allo stesso tempo rivoluzionaria. Si tratta di una bomboletta spray che rilascia una quantità di nebbia artificiale tale da riempire una stanza e da permettere una serie di interessantissimi effetti di luce riflessa e uniformemente diffusa. Se volete un controllo creativo della luce, con questo prodotto non esiste limite alla creatività.

Il video che potete vedere qui sopra da una dimostrazione precisa dell’utilizzo che si può fare di una bomboletta di Atmosphere Aerosol all’interno di una stanza esposta ai raggi solari o a una luce artificiale. Abbiamo in ogni caso testato l’efficacia di questo prodotto anche all’aperto con risultati più che soddisfacenti. Ovviamente avrete bisogno di una quantità proporzionale di nebbia artificiale in base alla distribuzioni degli elementi che bloccano il gas come alberi o costruzioni.

La comodità che ho riscontrato nell’utilizzo di Atmosphere aerosol può essere sintetizzata in una parola: praticità. Questo perchè una bomboletta di aerosol entra comodamente nella borsa; inoltre si tratta di un prodotto sicuro con certificazione non tossica e senza pericolo per l’ambiente.

Il prodotto contiene una quantità di butano e olio minerale che nonostante non rappresenti una quantità non tossica il mio consiglio è quello di utilizzarne una dose minima (così da far durare una lattina il più a lungo possibile – circa 15 utilizzi) ma soprattutto di utilizzarlo in locali in cui passa aria. Altro problema potrebbe essere l’alta concentrazione di liquidi che si depositano sul pavimento dopo l’utilizzo rendendo tutto scivoloso. L’utilizzo moderato e omogeneo permette di contenere questo effetto, ma ancora una volta trovo questo prodotto perfetto per scatti e video in esterna.

Atmosphere aerosol è un validissimo sostituto per una macchina da fumo, a un prezzo conveniente: una lattina di Atmosphere Aerosol costa sul sito del produttore circa 12$ ma potete ricevere uno sconto con l’acquisto di più articoli.

In sintesi, Atmosphere Aerosol è un prodotto da utilizzare con attenzione ma che può regalare enormi soddisfazioni creative.

Potete visitare il sito di Atmosphere Aerosol per l’acquisto di questo prodotto e potrete approfittare dello sconto del 15% inserendo il coupon SHIFTS in fase d’acquisto!

Riempire la propria borsa con gli accessori è un compito arduo per qualsiasi fotografo, sia che si tratti di un amatore che di un affermato professionista. Indipendentemente da una questione di prezzo è necessario che si ragioni su prodotti pratici e che riescano a mantenere una certa affidabilità nel tempo.

Per questo motivo vi consigliamo spesso una serie di prodotti che abbiamo modo di testare in maniera professionale e direttamente sui nostri strumenti di lavoro.

In questa recensione voglio parlarvi di una recente scoperta, il flash Neewer NW570 un concentrato di qualità e convenienza che non vi lascerà delusi.

Parliamo di un flash di una buona potenza con un numero guida 58(m)/190ft (a una lunghezza focale di 105mm, ISO 100 in metri/piedi), con una velocità di ricarica di circa 3s, ma soprattutto dotato di un collegamento wireless con un range di connessione massimo di 100 metri.

L’angolo di rotazione della luce è possibile per 0°- 270° sulla regolazione orizzontale e per 0°- 90° sull’asse verticale. La temperatura colore del flash è di 5600K e il range dei tempi parte da 1/200s a 1/20000s.

La possibilità di poter integrare altri flash con gruppi di connessione si risolve in 4 Canali di collegamento e fino a 3 gruppi.

Neewer NW570 dispone di tre tipologie di interfacce esterne: Hot shoe, porta di collegamento al pc, porta di ricarica esterna

L’LCD ha delle dimensioni interessanti e un’ottima luminosità, il quale ci permette di mantenere sotto controllo tutti i dati a nostra disposizione senza dover necessariamente giocarci un paio di diottrie. L’alimentazione avviene attraverso 4 pile stilo che al momento dell’acquisto non vengono incluse nella confezione.

Per quanto riguarda i canali di connessione del trigger wifi integrato nella confezione, è disponibile un numero di 99 canali di connessione, così da poter far scattare più flash contemporaneamente per dei risultati ancora più soddisfacenti in termini di luminosità e di angolazione della luce.

Velocità sincronica del flash : 1/320s

Nella confezione è compreso anche un diffusore che permetterà di ammorbidire la luce e ridurre ombre e occhi rossi nei soggetti inquadrati. Un diffusore molto semplice ma che in alcuni casi sareste costretti ad acquistare a parte.

Questo prodotto è complessivamente un accessorio che consiglio a chi si sta avvicinando al mondo della fotografia e vuole raggiungere risultati di buon livello, ma mi sento anche di consigliarlo al professionista che vuole un prodotto di consumo da utilizzare in alcuni lavori in cui c’è bisogno di un attrezzatura d’assalto, data la grande qualità che caratterizza questo prodotto pur trovandoci su una fascia d’acquisto e di prezzo decisamente bassa. È un flash solido che fa il suo dovere e che ha una serie di potenzialità di utilizzo che non lasciano spazio a dubbi per l’acquisto, veicolati anche dall’ottimo prezzo a cui viene venduto.

Ci troviamo difatti davanti a un flash che permette di fare ad un prezzo contenuto qualcosa che troveremmo soltanto in fasce di mercato più alte e che può aiutare una serie di professionisti a realizzare al meglio i loro lavori tecnici. Faccio in questo caso riferimento a studi odontoiatrici, compagnie di assicurazioni, negozi di abbigliamento e professionisti del settore vendite che hanno bisogno di fotografare spesso e volentieri soggetti e prodotti in scarse condizioni di luminosità o, ad esempio, in posizioni non consone all’utilizzo unico della luce naturale.

Per questo motivo Neewer NW570 viene incontro a numerosi utilizzi e può essere acquistato ad un ottimo prezzo su Amazon.it seguendo questo link e approfittando delle offerte del produttore.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

In questo articolo vi consiglieremo una serie di articoli indispensabili per tutti i possessori di Gopro.

Questo slideshow richiede JavaScript.

  1. SmaCase G160s

    Proteggere la propria action camera è un obbligo nei confronti della spesa a cui siamo stati sottoposti per l’acquisto di un piccolo gioiello di tecnologia. È per questo motivo che la mia ricerca per l’acquisto di una buona custodia non si è fermata al primo rivenditore. Questo prodotto ha, a mio avviso, tre caratteristiche fondamentali che gli permettono di fare la differenza rispetto ai competitor: design, capienza e resistenza. Questa custodia è molto bella e ha dei materiali piacevoli al tatto, accoglie molti accessori oltre al corpo camera, alle batterie e al caricabatterie, inoltre è il materiale semirigido che consente di trasportarlo in semplicità, Ma soprattutto di mantenere al sicuro gli accessori al suo interno. Le dimensioni sono adatti all’uso di una Go pro con i relativi accessori, per l’utilizzo di più copro consiglio di acquistare una custodia più grande o di utilizzarne una soltanto per i corpi macchina. Molto comoda la maniglia e il vano richiudibile con zip al suo interno. Io mi sono trovato molto bene, ve la consiglio. (Clicca qui per vedere il prodotto su Amazon.it)

  2. SmaPole Y2  

    Posso soltanto dirmi soddisfatto di questo prodotto. Questa asta telescopica è un oggetto importantissimo per tutti coloro che utilizzano Go pro sia per divertimento che per lavoro. Dotata di attacco universale, l’asta può essere adattata a qualsiasi tipo di device come ad esempio un cellulare o smartphone (adattatore incluso nella confezione) oppure una piccola reflex, una Mirrorless o una fotocamera compatta. L’estensione e la stabilità di questo prodotto consentono di utilizzarlo sia come asta per Self i che come monopiede o stabilizzatore a mano. Inoltre è possibile stabilizzare a terra la sta facendo diventare, grazie ad un supporto incluso, il monopiede in un treppiedi. Con un prodotto del genere le possibilità di utilizzo diventano molteplici, soprattutto per gli altri accessori inclusi nella confezione. Ad esempio troviamo un laccetto che consente di stabilizzare al polso il nostro mono piede. Inoltre, È presente un valido attacco per il telecomando della go pro che trasforma il nostro mondo piede in un’asta per l’autoscatto ho per lo scatto remoto. Ho trovato questo prodotto davvero molto interessante non soltanto per la qualità di costruzione e per il design professionale, Ma soprattutto per il prezzo contenuto. È un prodotto che non conoscevo e di cui difficilmente riuscirò a fare a meno, soprattutto durante alcune sessioni lavorative che richiedono sempre più spesso dei prodotti ergonomici e che riescono ad adattarsi a esigenze differenti.complessivamente un prodotto molto semplice da utilizzare e che consiglio vivamente per coloro che utilizzano gopro e smartphone per scattare fotografie e girare video. (Clicca qui per vedere il prodotto su Amazon.it)

  3.  SmaPole X1 (3-Way: Arm, Grip, stabilizzatore)

    Un accessorio che mancava alla vasta gamma di accessori Gopro. Questo prodotto si adatta al connettore universale Gopro e rende possibile l’utilizzo con tutte le versioni della mini camera che ha fatto impazzire film-maker e amatori di tutto il mondo.
    Il pod può effettuare una rotazione di 360 gradi per l’adattamento a qualsiasi inquadratura. Ha la possibilità di essere installato su qualsiasi tipo di superficie, ma soprattutto per gli amici musicisti esiste la possibilità di adattare questo strumento su un’americana durante le vostre serate live.
    Inoltre consente un notevole effetto stabilizzatore, grazie alle dinamiche di altezza e lunghezza che potete regolare con tre pratici morsetti.
    Un oggetto che non potete lasciare al venditore, ve l’assicuro! (Clicca qui per vedere il prodotto su Amazon.it) 

  4. Smatree® Ajustable Jaws

    Questo prodotto si adatta al connettore universale Gopro e rende possibile l’utilizzo con tutte le versioni della mini camera che ha fatto impazzire film-maker e amatori di tutto il mondo.
    Il pod può effettuare una rotazione di 360 gradi per l’adattamento a qualsiasi inquadratura. Ha la possibilità di essere installato su qualsiasi tipo di superficie, ma soprattutto per gli amici musicisti esiste la possibilità di adattare questo strumento su un’americana durante le vostre serate live.
    Io lo utilizzo come supporto per le riprese dall’alto quando ho la necessità di registrare una batteria in studio di registrazione o durante un live. È possibile attaccarlo a qualsiasi tipo di supporto per un’apertura massima di 4 centimetri e mezzo.
    Un prodotto necessario per tutti i possessori di Gopro! (Clicca qui per vedere il prodotto su Amazon.it)

 

Secondo il Wall Street Journal, i produttori di GoPro stanno costruendo un nuovo business su quello che sembra essere il presente della produzione video in termini di consumer, prosumer e professional. Nello specifico, si parla di elicotteri multi-rotore con fotocamere ad alta definizione, entro la fine del prossimo anno.

I nuovi dispositivi saranno in vendita ad un prezzo che andrà dai 500 ai 1000 dollari.

Colin Guinn, ex capo per l’America del Nord di DJI e attuale presidente di 3D Robotics, ha commentato la notizia così: “Sono felice di lasciare che GoPro costruisca grandi fotocamere e che noi costruiamo grandi droni”. Possiamo ufficialmente dire che si stanno seriamente preoccupando.

 

Ho trovato molto interessante la possibilità di inserirsi con un prezzo accattivante in un mercato che sta trovando sempre più spazio, indipendentemente dalla necessità dei vari stati europei di trovare regolamentazioni (e tassazioni!) al volo di aeromodelli del genere. Da quando utilizziamo i droni per una serie di produzioni, soprattutto al Sud, mi piace vedere la faccia delle persone che ancora vedono questi “aggeggi volanti” come se stessero osservando un UFO. L’ingresso di GoPro potrebbe aprire le porte ad altri produttori, specialmente nel mercato cinese, che potrebbero farci abituare presto a vedere svolazzare in cielo questi elicotteri. Non so se sia un bene o se un male.

E’ stato girato il primo film porno con un drone. No, il drone non è uno degli attori protagonisti, bensì il mezzo con cui sono state fatte le riprese. In realtà non si tratta di un vero e proprio film a luci rosse, bensì di una provocazione voluta dalla casa di produzione che ha deciso di far riflettere sull’uso improprio dei droni. Infatti i droni, spesso usati nei conflitti, dovrebbero essere usati per “scopi” più pacifici. Ecco, appunto.

Guardando il video si nota il carattere poco erotico che lo caratterizza. Difatti, ricordiamo, l’obiettivo del film è esclusivamente quello di condurre ad una riflessione.

Di seguito il video:

Inline
Inline