Dimentica per un attimo lo smartphone e prova a guardare di nuovo il mondo #conituoiocchi

Ci sono momenti in cui vorremmo lanciare via il nostro smartphone e tornare indietro nel tempo, ricordandoci con nostalgia quando ancora non eravamo schiavi di una vita davanti ad uno schermo, della necessità di salvare su un fotogramma ogni minimo momento e di chiuderlo dentro una memoria che, probabilmente, non andremo mai più a recuperare.

Capita a tutti, durante la vita, di riflettere su come sia importante vivere un momento piuttosto che condividerlo. No, non è la strofa di una delle canzoni tormentone dell’estate, ma si tratta di qualcosa che in un certo senso è diventato un leitmotiv della nostra quotidianità: mettere in mostra la propria vita. E lo facciamo nei modi più disparati: condividiamo i nostri pranzi, scattiamo foto ai nostri cani, evitiamo di parlare con i nostri cari negli unici momenti disponibili perchè stiamo a controllare cosa sta succedendo alla nostra squadra del cuore, per la quarta volta nel giro di 10 minuti.

Forse ognuno di noi ha un aneddoto particolare, una storia da raccontare che vorremmo ci condivideste nei commenti. Noi, invece, abbiamo spesso la preoccupazione di perdere qualcosa di importante, di arrivare alla vecchiaia con il rimorso di non aver utilizzato il tempo passato davanti allo smartphone per fare qualcosa che avrebbe cambiato la nostra vita, il nostro lavoro. Il momento peggiore in cui ci capita di pensare alla terribile fase in cui la nostra società si sta trasformando è quando siamo a cena fuori e alcune coppie passano tutto il tempo al tavolo a guardare gli aggiornamenti di Facebook, di sabato sera. E non si tratta di un’iperbole, no. E’ proprio questa la sequenza: telefono – telefono – menù – telefono – bagno (lei resta al telefono) – telefono – cibo con telefono – telefono – conto con telefono – telefono.

Abbiamo particolarmente apprezzato il corto prodotto da Wind e Ogilvy&Mather con la regia di Giuseppe Capotondi e dal titolo “Con i tuoi occhi” che ci propone, almeno una volta durante la nostra quotidianità, di vivere la vita con i nostri occhi e non con quelli della fotocamera del nostro telefono. Un corto girato da

LINK VIDEO : https://www.youtube.com/watch?v=4m2u70HkJfw

Buzzoole

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: