Come girare un emozionante video di viaggi con il tuo iPhone

Sei in partenza per un viaggio? Vuoi tornare a casa e stupire la tua famiglia e i tuoi amici con un grande video? Ecco i miei consigli su come cominciare a creare video di viaggi
Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Sei in partenza per un nuovo viaggio? Hai voglia di girare un video fantastico da condividere su Youtube, instagram e sui vari social? Hai bisogno di un consiglio su come realizzarlo in modo che emozioni e racconti al meglio la tua storia?

Sei nel posto giusto.

In questo tutorial lavoreremo ad un video che racconti al meglio la tua vacanza. Per continuare avrai bisogno di tre cose fondamentali una fotocamera o un telefono che giri video, un’idea e, soprattutto, tanta creatività.

Ma andiamo per ordine e, per far ciò, avremo bisogno di un punto di riferimento. Per questo motivo, utilizzeremo un breve video che ho girato durante uno dei miei viaggi, un video semplice, che racconta una passeggiata in una delle città più belle del mondo.

Tutto parte da un’idea.

Qualunque genere di video tu voglia realizzare, ti consiglio di partire sempre da un’idea. La tua idea potrà essere una semplice passeggiata nel centro della città, una ricerca dei sapori e delle tradizioni di quel posto, una scoperta dei posti più lontani dal caos cittadino, qualunque cosa tu voglia basta che sia chiaro nella tua testa cosa avrai in mente di realizzare.

Non commettere l’errore di voler girare ogni cosa che ti capita sott’occhio.

Ci sono due grandi pericoli nel mondo del travel video (o travel blogging, chiamatelo come volete) il primo è sicuramente quello di voler portare a casa quanto più materiale possibile. Cerca di focalizzarti sulla TUA storia, ma soprattutto rilassati e goditi il viaggio. Divertiti, non ha importanza la quantità di materiale che avrai a disposizione una volta a casa. Non avrà senso girare un video di uno, cinque o dieci minuti, soltanto perché gli altri “hanno fatto così” o “su youtube fanno così”.

Racconta la TUA e solo la TUA storia di viaggio.

Il secondo pericolo più frequente è quello di girare video che risultano piatti e monotoni: immagini fisse, video mossi, ritratti sfocati, contenuti poco definiti. Per migliorare questo aspetto ci viene incontro una piccola regola del cinema e del video, in generale.

A-roll e B-roll gli alleati del tuo video di viaggi

Girare video significa raccontare una storia. È per questo motivo che il ritmo narrativo ha un’importanza fondamentale all’interno di un video di viaggi e va organizzato attraverso due tipologie di sequenza.

Generalmente, definiamo A-roll tutti quei video che hanno un ruolo di “guida” all’interno del video. In un certo senso potete girare la telecamera verso di voi e raccontare il viaggio o decidere che una persona all’interno del video guidi la “passeggiata” nel luogo delle vostre vacanze.

B-roll sono invece tutti i video che in montaggio spezzeranno la monotonia del racconto principale, creando ritmo nel montaggio e generando attenzione da parte dello spettatore. Questo genere di video è fondamentale per la buona riuscita di un video di viaggi perché ti permetterà di costruire una storia viva e attiva, un racconto fatto di sensazioni e documenti reali del tuo viaggio. Un buon esempio di b-roll sono le persone che vivono in quel momento la città o alcuni animali incontrati per strada, il passaggio di un treno che divide una scena dall’altra.

Tutto ciò che vorrai, insomma.

I migliori B-roll che potrai creare

Un ottimo consiglio da seguire per la creazione dei B-roll è sostanzialmente quello di girare video particolari, utilizzando la funzione “slow motion” del tuo smartphone o prodigandoti in geniali time-lapse della folla in movimento nella piazza della città.

Realizzerò un tutorial appositamente per questo nei prossimi giorni.

Una volta a casa…

Sei tornato dal viaggio? Hai staccato la spina per qualche giorno, ti sei divertito, hai assaggiato nuovi piatti e una buona birra tipica del posto. Adesso è il momento di rimboccarsi le maniche e mettersi al lavoro.

Organizza il lavoro in cartelle

La cosa più importante da fare appena tornati a casa è il processo di ingest (o ingestion) ovvero, con termini più semplici, la creazione di un database di tutti i contenuti accumulati durante il viaggio. Se hai girato i vostri video con più di una fotocamera avrai bisogno di creare due cartelle principali e nominarle con il nome della tua macchina. In ciascuna di queste cartelle crea una cartella A-roll e una cartella B-roll; se hai letto con attenzione il tutorial saprai benissimo già cosa fare da solo!

Una volta organizzato il lavoro potrai suddividerlo ulteriormente in altre cartelle che nominerai come “giorno 1”, “giorno 2” e così via. È un lavoro che non trovo molto utile per un video di viaggi e che, in generale, non mi è mai stato di grande aiuto, ma potrebbe fare al tuo caso. Scegli con consapevolezza!

Scegli una musica evocativa

Non esiste video di viaggi che si rispetti senza una musica che accompagni le immagini e ne veicoli l’emozione. Per questo motivo sono sempre alla ricerca di brani originali che posso utilizzare per i miei video di viaggio. Due dei miei siti preferiti sono incompetech.com e freemusicarchive.com in quanto offrono musica royalty free per i tuoi video su Youtube senza richiedere alcun pagamento. Questi due siti funzionano con il meccanismo del copyright creative commons 3.0 per cui dovremo necessariamente citare l’autore all’interno delle nostre produzioni online.

Se invece vuoi acquistare la licenza per una composizione ti consiglio siti come audiojungle, ma ti basterà fare una ricerca su Google per trovare tantissime opzioni dall’ottimo rapporto qualità/prezzo.

Dedichiamoci al montaggio

Siamo finalmente nella fase finale della nostra piccola produzione! Ora che abbiamo caricato tutti i nostri video nel nostro software di montaggio possiamo finalmente raccontare la nostra storia.

Per prima cosa andiamo a rivedere tutti i filmati che abbiamo realizzato e cerchiamo di annotare mentalmente, o su un taccuino, tutte le sequenze di cui avremo bisogno. Iniziamo a fare qualche taglio e posizioniamolo sulla timeline.

Cerchiamo di raccontare la nostra storia in modo coerente, alternando A-roll e B-roll, posizionando le tracce a tempo con la musica, ma soprattutto cercando di creare un ritmo di racconto ben preciso.

Raccontare una storia utilizzando il potente sistema del montaggio non è cosa semplice. Avremo bisogno di attenzione e pazienza, dovrai tornare indietro più volte e riguardare il filmato in modo da eliminare le parti inutili per sostituirle con altre più interessanti. Guarda più volte i tuoi B-roll a distanza di giorni, semmai. Scoprirai alcuni secondi di girato che non avevi notato prima e che potranno completare il puzzle della tua creazione.

Alla fine di questo processo sarai pronto per caricare il tuo video sul tuo account youtube o instagram.

Per consigli tecnici e altri dubbi non esitate a scrivermi nei commenti qui sotto!

Grazie e al prossimo tutorial!