Mar. Giu 18th, 2019

La nostra esperienza al Napoli Comicon

Anche quest anno siamo stati al Napoli COMICON, la famosa convention partenopea dedicata al fumetto e al nuovo intrattenimento.

Innanzitutto ho voglia di dire una cosa: grazie alla decisione di vendere un numero limitato di biglietti, finalmente è stato possibile godere di un evento davvero interessante nel modo giusto e senza (troppo) stress. Indipendentemente da qualche problema di sicurezza, con un entusiasmo adolescenziale tipico partenopeo (ce ne parla Sissy Simonetti in un divertente quanto ironico articolo qui) abbiamo comunque apprezzato tantissimo gli sforzi dell’organizzazione nel creare un evento di sicuro meno ansioso dello scorso anno.

In questa occasione siamo riusciti a godere delle mostre, di evitare grosse file e problemi legati all’igiene di una certa categoria di fan del fumetto e del videogioco, riuscendo addirittura ad incontrare un disegnatore che apprezziamo particolarmente: Michele Rech, in arte Zerocalcare, che ci ha dedicato 5 minuti del suo tempo per questo disegno fatto con una penna bic al volo. Gli abbiamo regalato una copia di Transmedia Creator per il disturbo!

IMG_5440

Abbiamo apprezzato lo stand saldapress dedicato a The Walking Dead con tutte le novità per i collezionisti, nonostante la nostra presa di posizione alla ricerca di ricevere qualche pagina in più per le pubblicazioni in formato edicola (ne parliamo qui). Inoltre abbiamo avuto la possibilità di incontrare Alessandro Sisti, sceneggiatore della grande serie PK che mi ha accompagnato nelle mie migliori ore di relax da bambino, facendomi appassionare al genere sci-fi e alle grandi nuove storie di Paperinik. Da grandi poteri derivano grandi responsabilità, insomma.

IMG_5431

Tra i tanti fumettisti famosi abbiamo incontrato un’associazione napoletana che, attraverso le arti e il fumetto, vuole avvicinare i giovani alla cultura. Si chiamano “Terra di Confine” e vi invitiamo a seguirli. Noi, abbiamo dato il nostro contributo al loro crowdfunding.  

Siamo contenti che il premio Micheluzzi sia andato all’innovativo Le ragazze stanno perdendo il controllo di Ratigher, ma ci saremmo aspettati qualcosa in più per Dimentica il mio nome di ZeroCalcare, ma gli auguriamo tutto il meglio anche in vista della finalissima per il Premio Strega 2015.

E voi avete visitato il Comicon? Cosa ne pensate?

Alla prossima edizione!

IMG_5439
Il nostro bottino al Napoli Comicon

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: