Life is Strange, un videogioco a episodi che vi lascerà col fiato sospeso

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Ci sono quei giochi che arrivano senza il clamore mediatico, ma prodotti da una casa di programmazione che è sempre una garanzia.

Stiamo parlando di Life is Strange, il nuovo videogioco di Square Enix, arrivato sul PlayStation Store praticamente in sordina. Accedendo al mio account come ogni sera, ho avuto modo di leggere qualcosa in più su questo gioco che si presentava come una sorta di Beyond: Due Anime in cui una ragazza di scuola superiore scopre di avere dei poteri in grado di cambiare il tempo e, grazie alle tue scelte, potrà cambiare il suo destino.

Fin qui tutto “normale”. Se non fosse per il fatto che fin dai primissimi minuti di gioco Life is Strange ti trascina in qualcosa di più. All’inizio pensi sia qualcosa di già visto, con una grafica che non entusiasma più di tanto. Siamo in un vecchio molo, una tempesta è in corso, dopo aver fatto qualche passo…la torre di un faro viene distrutta e ci cade addosso. Ci risvegliamo a lezione di fotografia e…da lì non puoi più farne a meno.

 




Puoi interagire con qualunque oggetto come nel migliore dei Monkey’s Island e, praticamente, portare indietro il tempo se dai la risposta sbagliata ad un professore o se, per caso, una ragazza viene sparata a sangue freddo nel bagno della scuola.

La parte più emozionante della mia demo è stata quando ho ritrovato To All Of You, un brano che non ascoltavo da quando guardavo The O.C. e che, sinceramente, ho trovato molto più adatto alla situazione in cui si presenta nel gioco.

Vi consiglio caldamente di comprarlo, costa poco e permette un’esperienza di gioco più vicina alla visione di un film indipendente, ma con una struttura a episodi come una serie TV e con una colonna sono fantastica in cui potremo ascoltare artisti come Angus & Julia Stone, gli Alt-J, Bright Eyes e tanti altri.

Godetevi il primo episodio gratis su Playstation Store