Permesso di guida internazionale per gli USA e patente: come si fa, dove si richiede, quanto costa. (GIUGNO 2016)

Tutto quello che c'è da sapere sul documento per cui, tutti quelli che devono partire per gli USA, ricevono notizie contrastanti sul web.
Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Nonostante non rientri esattamente nella tipologia di articoli presenti in questo blog, ho deciso di scrivere questo post per un motivo davvero semplice: tutte le informazioni sul permesso di guida internazionale per guidare negli USA (Stati Uniti D’America) presenti sul web sono imprecise, inesatte e, spesso e volentieri, non tengono conto di quanto possano essere complessi i rapporti internazionali tra i paesi dell’Unione Europea e il resto del mondo. Ma non parleremo solo di questo.

Tutto ok fin qui, ma mi serve davvero questo documento per guidare negli USA?

Se sei su questo sito per rispondere alla domanda non ti farò perdere tempo, la risposta è praticamente unica e consigliatissima: . Questo documento, però, non è un documento richiesto in tutti gli Stati appartenenti agli USA. In alcuni è soltanto consigliato, in altri è esplicitamente richiesto unitamente al permesso di guida (la patente, per intenderci) rilasciato dal Paese d’origine (l’Italia, questo non era difficile).

Se vi state recando a New York, per esempio, dovete sapere che lo Stato in cui si trova la splendida metropoli richiede la patente italiana accompagnata da una traduzione giurata o dalla patente internazionale per i primi 90 giorni di permanenza. Sarà possibile quindi, in caso di permanenza soltanto nello Stato di New York, evitare la trafila per la richiesta di un documento di guida internazionale e presentare soltanto una traduzione giurata e autenticata della patente di cui siete in possesso.

Ma una volta arrivati a New York, un salto a Boston lo facciamo? 

Qui il discorso cambia radicalmente. Difatti, Boston si trova nello Stato del Massachusetts che richiede esplicitamente un permesso di guida internazionale da allegare alla patente rilasciata dal nostro Paese. Per questo motivo vi consigliamo di produrre al più presto i documenti se avete in mente di partire nei prossimi giorni. Se invece avete intenzione di andare a zonzo solo nel Maine, buone notizie, ciurma! Avrete bisogno soltanto della vostra patente italiana.

Trovate l’elenco aggiornato di tutte le normative Stato per Stato visitando questa pagina del ministero dei trasporti.

Qualche notizia in più sul Permesso di Guida internazionale

Esistono due distinti modelli di patente internazionale: il modello “Convenzione di Ginevra 1949”, che ha validità di 1 anno, e il modello “Convenzione di Vienna 1968”, che ha validità di 3 anni, ma sempre nei limiti di validità della patente italiana posseduta. Alcuni paesi accettano entrambi i modelli, altri solo uno dei due. In Italia è possibile ottenere sia l’uno che l’altro modello di permesso internazionale di guida. Per recarvi negli Stati Uniti d’America avrete bisogno del modello “Convenzione di Ginevra 1949”, che vi durerà quindi 1 anno.

Ma come richiediamo questo permesso? È un procedimento davvero molto semplice, potete recarvi alla vostra scuola guida di fiducia e spendere intorno a 100€, oppure fare un paio di file in più e richiedere tutto all’ufficio di motorizzazione più vicino a voi con la sola spesa di 45€. Basta recarvi allo sportello dedicato al permesso di guida internazionale e vi saranno consegnati dei documenti di domanda e due bollettini da pagare all’ufficio postale.

Questo è tutto quello che serve per la richiesta, ho evidenziato in verde tutto quello che mi è stato consegnato alla prima visita in motorizzazione.

• domanda su modello TT 746
• attestazione del versamento di € 10,20 sul c/c 9001 (bollettino prestampato in distribuzione presso gli uffici postali e gli uffici motorizzazione)
• attestazione del versamento di € 16 sul c/c 4028 (bollettino prestampato in distribuzione presso gli uffici postali e gli uffici motorizzazione)
• marca da bollo da € 16
• due foto recenti, di cui una autenticata
• fotocopia fronte-retro della patente di guida in corso di validità
Al momento della consegna del documento occorre presentare in visione la patente di guida in corso di validità.

Perfetto, ma quanto tempo ci vuole?

Indicativamente i tempi possono variare tra i 10 e i 20 giorni per la richiesta, ma vi consiglio di non disperarvi. Io ho ottenuto il mio permesso di guida internazionale in poco tempo, ricevendo il documento dopo un’ora dalla consegna di bollettini, marche da bollo, eccetera. Questo è probabilmente dovuto al periodo e alla bassa affluenza in un ufficio di provincia (la mia richiesta è stata fatta in Campania a Benevento, non esattamente una metropoli). I tempi di richiesta possono variare in periodi in cui la richiesta è alta (stagione di vacanze) oppure in città densamente popolate. Vi consiglio di recarvi presso l’ufficio di motorizzazione della vostra provincia per un’indagine e richiedere al personale i tempi. Sapranno sicuramente aiutarvi, io ho avuto la fortuna di incontrare due persone molto cordiali.

Ho letto su altri blog di altre persone che viaggiano senza questo permesso senza problemi, alcuni da diversi anni…

Ognuno su internet è libero di scrivere ciò che vuole. La mia esperienza è stata, ad esempio, quella di trovare un muro dalla stessa agenzia di noleggio che mi ha praticamente obbligato a produrre il permesso di guida internazionale, soltanto per il primo step: noleggiare un auto. Inoltre, immaginiamo di non essere italiani e di guidare in Italia senza un permesso del genere, espressamente richiesto da una legislazione aggiornata al 2015.

Ok, ora che ci siete, immaginate di essere fermati dalla polizia e avete davanti a voi due possibilità: il poliziotto applica o non applica la legge in modo preciso. Se in Italia vi trovate davanti a un 50% di possibilità che succeda una cosa o l’altra, vi assicuro che negli Stati Uniti non funziona così. Ho ricevuto multe per molto meno a causa, per esempio, di una non corretta posizione delle ruote dell’auto che avevo parcheggiato in leggera pendenza.

Questo articolo non vuole dare adito a preoccupazioni e, vi assicuro, non ricevo alcun sostegno finanziario da agenzie e aziende che possono produrre questo genere di documenti. Semplicemente ho tutto l’interesse nell’esprimere una voce positiva su una spesa di poco conto (circa 45€) che vi permetterà di guidare tranquilli negli Stati Uniti per un anno a partire dall’attivazione del documento. Non date la colpa al nostro sistema politico o a quello estero. Va semplicemente fatto e vi toglie un pensiero inutile.

Godetevi la vostra vacanza o il vostro viaggio di lavoro senza rischi, patemi o preoccupazioni di alcun tipo e smettetela di riflettere sul fare o non fare. Il mio consiglio è di non provarci.

E anche quello di Yoda.

download