Sing Mr. Banks, per chi lo esse perso

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Sing Mr. Banks è un viaggio attrerso gli occhi di Pamela Trers (Emma Thompson), scrittrice del romanzo “Mary Poppins”, e del suo incontro con Walt Disney, interpretato da un magistrale Tom Hanks.

Il film è così ben scritto e diretto che, a mio parere, sarebbe un’offesa spoilerarvi il contenuto per filo e per segno. Mi limiterò così a spiegarvi perchè, secondo la mia opinione, questo film indaga all’interno dell’animo e della psiche umani, facendo sì che tutti noi possiamo capire come far tesoro del nostro passato per darci la giusta spinta ad innovare.

Innanzitutto la storia si svolge su due piani temporali legati al passato e al presente della nostra protagonista. Comprendiamo che sono proprio l’innovazione e il cambiamento che spentano P.L. Trers che, con bisbetica ostinazione, cercherà di imporre la sua visione tradizionale della storia di Mary Poppins, scontrandosi contro un Walt Disney che, tenterà in tutti i modi di comprendere a fondo le motivazioni di un tale attaccamento alla storia originale.

Tradizione e innovazione sono quindi i due punti nevralgici del film. Da una parte la parola scritta, il romanzo, il the delle cinque, la vecchia Inghilterra conservatrice; dall’altra il cinema degli effetti speciali e dell’animazione, la città degli angeli, il capitalismo dei parchi a tema. Dallo scontro di questi due archetipi nascerà la sceneggiatura di un film che vincerà 5 premi oscar e numerosi altri premi.

Disney-1

Indagando il passato della protagonista del film comprendiamo di come sia stata possibile la realizzazione del romanzo imparando dagli errori di infanzia. La necessità di un superamento della linea d’ombra che si trova tra le difficoltà del passato e le relazioni del presente rendono Mary Poppins un personaggio necessario per far sì che “la pillola” vada giù con un poco di zucchero.

La bambinaia venuta giù dal cielo è proprio la portatrice dell’equilibrio tra conservazione e innovazione, strumenti necessari per comprendere al meglio il ponte tra le due realtà che sapientemente sono raccontate nella nuova pellicola targata Disney.