Street Fighter: Assassin’s Fist – Videogiochi e SerieTv, si può fare?

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Parto dal motivo principale per cui ho deciso di scrivere quest’oggi: In uscita su Machinima a Maggio, c’è la nuova serie TV Street Fighter: Assassin’s Fist. Insomma chi, da piccolo, non ha mai giocato con gli amici a SF2Turbo o un altro degli svariati CoinOp da spiaggia o sala giochi legati al famosissimo titolo CAPCOM? 

La mia infanzia segnata da sanguinosi HADOKEN, spargimenti di sangue e combo spacca-joystick ha fatto sì che la notizia non passasse inosservata ai miei occhi, ma allo stesso tempo, ho subito riflettuto e mi sono chiesto: Varrà dvero la pena vedere la serie Online di Street Fighter?

[banner size=”336X280″]

Purtroppo, a parte un paio di brevi trailers, non si può sapere di più a riguardo, quindi mi limiterò ad attendere qualche settimana per vedere l’episodio pilota ed esprimermi…
Nel frattempo, però, ho analizzato i tentativi passati di creare un connubio tra SerieTV e Videogiochi in entrambi i “sensi di marcia” per capire se ci fosse una buona speranza su cui appendersi…

In definitiva mi sono accorto che in passato ci sono stati pochi tentativi di passaggio da videogioco e SerieTV e, in particolare mi riferisco ad un’ormai vecchia serie nata verso la fine degli anni ’90 dal titolo Mortal Kombat:Conquest… Inutile dire che fu un disastro e si fermò dopo appena una stagione mandando in sussulto milioni di fan inferociti per le pessime caratterizzazioni dei loro beniamini, nonchè per la sterile trama.

live-action-de-Street-Fighter-Assasins-Fist-800x450 street-fighter

Analizzando invece il percorso inverso ricordo qualche buon risultato con la serie di videogame di The Walking Dead o il recente Defiance, uscito l’Aprile scorso per PC e console dove serie TV e aggiornamenti sul gioco vengono di pari passo e le trame sono intrecciate.

[banner]
A parte questi due titoli però, va detto che per il resto ci sono solo tanti piccoli disastri e titoli mediocri di videogame tratti dalle serie tv più disparate (addirittura ricordo un gioco de “Il mondo di Patty“…), partendo dai vari CSI, Grey’s Anatomy (lol), Lost fino ad arrivare a Deadliest Catch, X-Files, Desperate Housewives.

Insomma la speranza è l’ultima a morire, ma come dicevano gli antichi: “Nei numeri si conserva il sapere”; e se queste sono le premesse, inizierò ad incrociare forte forte le dita!