Il sito francese Gameblog ha rivelato le prime indiscrezioni su un possibile seguito di Injustice: Gods Among Us, eccezionale titolo picchiaduro sviluppato da WB Games e ambientato nell’universo DC Comics.

Uscito nel 2013, il primo episodio ha totalizzato circa 4 milioni di copie vendute ed è stato offerto da Playstation come premio agli abbonati Playstation Plus lo scorso anno. Probabilmente, secondo Gameblog nei prossimi giorni assisteremo a un trailer di lancio di Injustice 2, forse anche prima dell’E3 previsto per il prossimo 14 giugno a Los Angeles.

Questo episodio sarà sempre sviluppato da Netherrealm Studios e utilizzerà lo stesso motore grafico visto in Mortal Kombat X.

È prevista l’uscita di Injustice 2 per Marzo 2017 per Ps4, Xbox One e PC.

Il finale della seconda stagione di The Flash (ve ne abbiamo parlato qui) ha risposto a una lunga serie di domande, creandone allo stesso tempo molte altre sul futuro (o sul passato) della serie che sta ammaliando centinaia di migliaia di spettatori in tutto il mondo, Italia compresa.

In questo articolo vogliamo parlarvi di una possibile linea narrativa che può essere introdotta nella prossima stagione per cui, se non avete ancora visto il finale della seconda stagione, vi consiglio di non continuare a leggere questo articolo e di ritornare qui a discuterne con noi quando sarete pronti!

Durante l’episodio finale abbiamo visto una folle corsa tra Flash e Zoom, nella quale è successo qualcosa di strano. Il modo in cui Zoom è stato portato via dagli spettri del tempo, dopo essere stato battuto da Flash, sembra averlo trasformato in qualcosa di diverso con l’invecchiamento del volto e il deterioramento di parte del corpo. Anche il costume sembra essere stato modificato da questo scontro, trasformando i loghi di zoom in quelli di Black Flash, con i fulmini in rosso.

Sembra che abbiamo assistito in questo modo alla nascita di Black Flash, o Flash Nero, una sorta di mietitore dei velocisti e di chi è entrato a contatto con la Forza della Velocità. Black Flash, creato da Grant Morrison, Mark Millar, e Ron Wagner è apparso per la prima volta nel 1988 nel numero di “The Flash” vol. 2 #138, ed è stato una manifestazione della morte per i velocisti che hanno intrapreso il viaggio nel tempo e sfidato la Forza della Velocità.

black-flash-dc-comics

Questa cosa rivela un paio di fatti interessanti sulla prossima stagione. Il primo è che Black Flash potrebbe tornare per punire Barry Allen per aver cambiato gli eventi del passato e, probabilmente, uccidere la versione di The Flash della linea temporale modificata. Spesso e volentieri, anche nella serie Legends Of Tomorrow, abbiamo sentito dire che al tempo non piacciono le modifiche e che tutto tende a stabilizzarsi. Il secondo fatto potrebbe riguardare l’arrivo di numerosi nuovi velocisti trasformando il Black Flash in un cacciatore specializzato. D’altronde abbiamo già visto l’introduzione di Jay Garrick come un velocista di Terra-3 e non ci sembra così assurdo dover conoscere nuovi velocisti di tutte le terre possibili. Alcune delle possibilità sono: Flash di Terra-2, Wally West di Terra-1, Flash di Terra-52. Seriamente, vedremo Terra-52?

Il sito Collider propone addirittura la possibilità che questi eventi fungano da teaser per la storyline di Green Lantern “Blackest Night” , in cui il Flash Nero sia unicamente un Easter Egg per i fan della DC.

Cosa ne pensate? Aspettiamo i vostri commenti qui sotto

 

Lo scorso 25 Maggio è andato in onda negli Stati Uniti l’episodio finale della seconda stagione della seguitissima serie distribuita da The CW e narrante le gesta del supereroe DC The Flash, l’uomo più veloce esistente.

La seconda stagione di questa serie TV ci ha condotti verso la conoscenza del multi-universo con il quale devono fare i conti in numerose storie tutti i supereroi della DC Comics, in particolar modo con la definizione dei due principali mondi: Terra-1Terra-2. L’introduzione del multiverso, permette la definizione di una particolare narrazione che non solo consente di tracciare i confini della produzione televisiva del supereroe scarlatto iniziata nel 2014, ma soprattutto di dare un senso alle storie raccontate negli anni precedenti sui rispettivi mezzi di comunicazione.

maxresdefault (8)

La presenza di Jay Garrick di Terra-3, doppleganger del padre di Barry Allen di Terra-1, non è altro che una conferma della natura di speedster di questa famiglia. Forse non tutti sanno che negli anni ’90 venne prodotta un’altra serie dedicata al fulmine scarlatto che aveva come protagonista proprio John Wesley Shipp nei panni di Barry Allen/Flash, non proprio una coincidenza insomma. E che dire della presenza di Mark Hamill (sì, proprio lui: Luke Skywalker) che appare come il villain Trickster sia nella serie televisiva degli anni ’90 che in quella più recente del 2014?

Cosa succederà quindi nella terza stagione? Sembra strano che la versione di Barry Allen del dopo-Zoom non sia scomparsa come quella che decise di non salvare Nora Allen dall’incidente con Reverse-Flash. Probabilmente Barry non sarà mai The Flash e non vivrà con Joe ed Iris West. Ci sono molte probabilità che torni la versione malvagia di Eobard Thawne così come quella di Eddie. Sarebbe davvero un loop abbastanza deprimente per noi spettatori. 

Spesso, quando uno show crea una linea temporale alternativa, ci vengono mostrate entrambe in montaggio alternato. Questo è quello che potrebbe succedere con la prossima stagione di The Flash, almeno così prevede il sito Collider che ci riporta una serie di domande aperte sul futuro di questa serie TV.

La costruzione di mondi alternativi permette così allo spettatore di porsi delle domande e cercare delle risposte su altri prodotti presenti sul mercato al fine di produrre sempre più conoscenza sulle vicende degli eroi delle storie. Per quanto riguarda gli universi di The Flash, le combinazioni sono praticamente infinite, in quanto la possibilità di creazione di nuovi velocisti e di villain doppleganger degli alleati di Terra-1 sembrano non potersi esaurire all’esiguo numero di personaggi sconfitti nella seconda stagione del telefilm.

E voi? Cosa pensate di vedere nella terza stagione di The Flash? Scrivetecelo nei commenti qui sotto e scriveremo un’articolo con le vostre supposizioni!

Nel panorama dello storytelling transmediale, ovvero nella scrittura di più linee narrative convergenti in un unico universo, si può dire che i personaggi della DC comics stiano ricevendo, almeno per il momento, un migliore trattamento per quanto riguarda gli adattamenti delle serie televisive. Attualmente, ArrowThe Flash, The Legends Of TomorrowSupergirl sono costruiti in maniera tale da far intrecciare le loro storie in una serie di puntate crossing-over che vengono pubblicate periodicamente dal canale americano The CW.

Così, da quando The CW ha recuperato Supergirl  dalla sua casa originale sul canale CBS, abbiamo tutti i potizzato una grandissima reunion del cast in un unico episodio. Il presidente della CW Mark Pedowtiz non ci ha messo molto tempo a confermare i nostri sospetti e ha dichiarato che nella prossima stagione tutti i supereroi uniranno le forze nel più grande crossing-over mai realizzato.

Lo scorso anno abbiamo avuto due eventi di questo tipo: il primo è stato un crossing-over di due episodi tra The FlashArrow nel quale veniva introdotto il villain Vandal Savage e poneva le basi per la costruzione del gruppo Legends of Tomorrow;  il secondo vede Barry Allen raggiungere Supergirl a Metropolis al fine di introdurre la nuova eroina kryptoniana nel gruppo di supereroi.

La costruzione di un universo così ben strutturato potrebbe creare lo spazio per altri eroi che potrebbero aggiungersi all’intreccio narrativo già conosciuto e allargarne gli orizzonti. A mio modesto parere, è molto più interessante il lavoro svolto su questa modalità seriale, nel quale abbiamo modo e tempo di conoscere meglio i personaggi, piuttosto che la manovra di costruzione di un Universo DC a partire dai film che stiamo vedendo al cinema. La costituzione di una Justice League cinematografica non è, almeno per il momento, così definita da rendere i film così intriganti. La sensazione è sempre quella di assistere ad un teaser movie, nel quale si tende più ad anticipare e a fare l’occhiolino piuttosto che a raccontare una storia, a far appassionare il pubblico al personaggio.

La Warner Bros non ha ancora finito di pensare al prossimo film su Wonder Woman supereroina dell’era moderna, che è già al lavoro su un nuovo film su una dei personaggi femminili per eccellenza dell’universo DC. Secondo THR, la Warner Bros starebbe realizzando un film sull’Harley Quinn interpretata da Margot Robbie nel film in uscita Suicide Squad. Probabilmente i progetti di scrittura di un nuovo film non sono soltanto rivolti alla compagna di Joker ma anche ad altri personaggi femminili come Batgirl e il trio Birds Of Prey.

deadshot-harleyquinn-suicidesquad

Questa è un’incredibile mossa da parte di Warner Bros che ci presenta in Suicide Squas il personaggio di Harley Quinn così importante da preparare Joker alla sua ossessione. Probabilmente dopo la difficile riuscita del film Batman v Superman: Dawn of Justice, alla Warner si è pensato di rilanciare il brand ancora una volta e di affidare la regia del prossimo film stand-alone su Batman allo stesso Ben Affleck e di creare una nuova ellissi narrativa intorno al cavaliere oscuro. Superman compreso.

Se ci vogliamo approcciare alla manovra transmediale del progetto come risposta al Marvel Cinematic Universe ci rendiamo conto che la il progetto Warner Bros per l’universo DC ha in mente una linea ben precisa: presentare eroi e villain in una lunga serie di teaser movies e abituare l’audience alle storie che percorrono le vite travagliate di questi oscuri supereroi. Probabilmente l’errore da non commettere ancora una volta è quello di tralasciare il lato ironico dei racconti. Il successo delle storie Marvel è, probabilmente, il non prendersi troppo sul serio. E chi, meglio di Joker e la sua Harley, sanno ritagliarsi il tempo per farsi una bella risata?

 

La prima stagione di The Flash ha reso più che evidente che gli scrittori dello show hanno saputo definire un’ottima rete di incastri e hanno saputo mantenere costante la coerenza sul piano della narrazione trasversale (si faccia riferimento ad Arrow, ad esempio).

Con linee temporali parallele e universi alternativi ormai confermati, Barry scopre di non avere molti limiti e, gli altri personaggi, cominciano a conoscere le loro capacità da metaumano precedentemente sconosciute. Forse per uno spettatore occasionale, il finale di stagione ha portato una serie di informazioni eccessive, quindi proveremo a fare il punto della situazione sciogliendo i nodi della matassa.

Il Flash Season Finale Cisco Vibe Poteri Il Flash Season Finale: Futuro Eggs & Teases Pasqua Explained

Le abilità di Cisco
La scoperta avviene nel terzo atto del finale di stagione con la rivelazione di Harrison Wells e l’incredulità negli occhi del giovane ingegnere della STAR Labs. Le capacità in questione si riassumerebbero nel potere di riuscire a leggere i vari piani temporali e creare vibrazioni così come nel suo alter ego a fumetti chiamato Vibe.

 

Il Season Finale Finale Flash Killer Frost futuro Il Flash: Future Eggs & Teases Pasqua Explained

KILLER FROST

Da quando l’attrice Danielle Panabaker è stata annunciata per entrare a far parte del cast come ‘Caitlin Snow,’ gli appassionati del fumetto hanno subito riconosciuto l’identità di un super-villain tra i super eroi. Questo è dovuto al alter ego del personaggio nelle pagine di fumetti, Killer Frost – una sorta di “vampiro di calore”, che risucchia energia calda per rilasciarla sottoforma di ghiaccio.

Barry vede Killer Frost all’interno della frattura spazio-temporale. Dal momento che il personaggio era originariamente un nemico di Firestorm, sarà interessante vedere come nel telefilm si strutturerà la storia tra i due personaggi che, al momento, sono sposati tra loro.

Il Flash Season Finale futuro museo Easter Egg Flash Season Finale: Futuro Eggs & Teases Pasqua Explained

IL MUSEO FLASH

Un altro cenno al fumetto è stato dato al Flash Museum di Central City,E ‘possibile che possa richiedere decenni perchè Barry acquisisca le doti e i “momenti monumentali” necessari per riempire le sale del museo. D’altronde, non sappiamo quanto avanti nel futuro stesse guardando Barry.

Il Season Finale Flash Finale Future Barry Prison Ferro Heights The Flash: Future Eggs & Teases Pasqua Explained

BARRY viene messo in prigione

 

In questa sequenza vediamo un Barry più maturo parlare in un interfono di Iron Heights. Non si sa ancora perchè avrà problemi con la legge, ma lo scopriremo presto.

Il Season Finale Flash Legends of Tomorrow Cameo The Flash Season Finale: Futuro Eggs & Teases Pasqua Explained

THE LEGENDS OF TOMORROW

In questa sequenza riusciamo a vedere il futuro delle “Leggende di Domani” in uno scenario dell’Universo DC fortemente interconnesso. Quali saranno le sfide che dovranno affrontare questi supereroi?

Il Season Finale Flash Finale Jay Garrick Casco Uovo di Pasqua The Flash: Future Eggs & Teases Pasqua Explained

Un casco familiare

Il casco misteriosamente lanciato dal tunnel spaziale attraverso il tempo e lo spazio e progettato per somigliare a quello del dio Mercurio, è il copricapo di Jay Garrick, il primo eroe DC comics a portare il nome di ‘The Flash’.

Non riusciamo a definire la presenza di Garrick nel tempo, ma probabilmente si tratta di un universo parallelo con una nuova Terra e una serie di altre possibilità, con uno o più The Flash.

Il Flash Season Finale Wormhole Disaster Flash Season Finale: Futuro Eggs & Teases Pasqua Explained

Un buco nero che porterà dove?

Nel cliffhanger finale Barry si lancia all’interno di un buco nero per cercare di salvare la terra dall’implosione che ha creato l’accelleratore di particelle. Questa calamità potrebbe essere solo apparente: ci troviamo di fronte ad un portale per un universo parallelo?

Non possiamo che attendere le prossime novità, arrivederci al prossimo autunno!

Le ultime premesse e le reazioni del pubblico alla vista di AffleckBatman lasciano presagire un futuro decisamente oscuro per il film che dovrebbe realmente aprire le danze con la JLA, ma non è solo questo il film sulla Justice League è un insuccesso annunciato già da ora si vedono i presupposti per un film che rischia di scalzare Corsari dalla sua impresa di flop cinematografico da primato mondiale.

[banner]

1) Il fattore età: Superman, Batman, Wonder Woman hanno un target di pubblico mirato tra persone che leggeva i fumetti negli anni sessanta, al massimo settanta, questa tipologia di persone non si possono attirare al cinema con un blockbuster in stile engers, mentre tra i ragazzini il trio di sopra sta cominciando ad ere più haters che altro visto che sono eroi con cui un adolescente o un ragazzo difficilmente riesce ad immedesimarsi.

715

2) Aquaman: Tanto basta. Lo si può provare a rilanciare mille volte, ma sembrerà sempre Spongebob supereroe è lontano miglia nautiche da Namor la sua controparte Marvel, la sua serie è stato un flop prima di iniziare il suo film diverrà un flop al primo trailer.

Spongebob_VS_Aquaman_by_MysticMorgan

3) Il fuoco amico: I serial televisivi nello stesso “universo” stanno andando alla grandissima tanto che Flash è stato spostato dal grande schermo al piccolo schermo con una serie tv tutta sua e le reazioni dei fan alla possibile presenza di Harley Quinn e Nightwing nella prossima serie di Arrow hanno fatto sobbalzare tutti dalla sedia. Se tutto il bello ed il figo di quest’universo posso vederlo in tv perché mai dovrei pagare per vedere al cinema più o meno la stessa cosa?

[banner size=”336X280″]

4) I Villain: Per rendere grande un eroe, o un gruppo di eroi, hai bisogno di un grande cattivo. La Marvel lo ha capito con The Winter Soldier, Nolan con il suo Joker ed alla JLA resta poco da tirare fuori dal cilindro. I flop dei Fantastici Quattro e Lanterna Verde sono proprio dovuti a cattivi poco adatti al cinema ed a Batman e Superman resta solo o il rischioso Darkseid o il possente Lex Luthor, sperando che la gente abbia già dimenticato la magistrale versione di Rosenbaum e la pessima di Spacey.

Heath-Ledger-è-il-Joker

5) Il fattore tempo: Il tempo è il nemico principale, mentre loro arrancano cercando di correre dietro alla Marvel gli engers saranno già alla fase tre quando inizierà la fase uno e la gente potrebbe iniziare a stancarsi di supereroi come si è stancata in passato di western, di pirati, di maghi e via dicendo. Insomma il tempo è il loro nemico principale e loro sembrano non accorgersene.

La DC Comics ha ancora un ancora di salvezza per salvare il suo franchise, ma dovrebbe e potrebbe capirlo analizzando questi cinque punti senza pensare soltanto che mettendo un accozzaglia di eroi famosi in un solo film dovrebbero andarlo a vedere tutti e sparare un unica cartuccia tirandola fuori dai serial tv: I Titani.

[banner size=”336X280″]

Inline
Inline