The Walking Dead volumetto 30 – Fuoco!

Torniamo anche questo mese con le nuove avventure di Rick e soci in un’edizione Saldapress, in attesa delle succulenti novità che ci attendono quest anno al Comicon di Napoli.

In questo volume davvero breve molto avvincente, facciamo i conti con la situazione di stallo in cui ci siamo trovati nello scorso cliffhanger (nel volume “completamente fottuto” di cui trovate la recensione qui). Negan sembra avere la meglio sul povero Rick che, ormai, sta proprio facendo il gioco delle tre carte con i suoi alleati. Il giovane Grimes nel frattempo, riesce a ferire Lucille, con grande sgomento di tutti. Una serie di linguaggi scurrili e di atteggiamenti da guappo di cartone (termine tipico della provincia di Belluno) ci fa spesso dimenticare che siamo in una produzione di Kirkman e non nel trailer di Gomorra: La serie. Nonostante ciò vediamo finalmente un po’ d’azione e la prima ritirata da parte di Negan con la consapevolezza da entrambe le parti che una guerra è alle porte.

unnamed

Questo volume getta un po’ di benzina su un fuoco già appiccato, ma riesce a dare uno spessore diverso al personaggio di Negan che, come dichiara lo stesso Kirkman in un’intervista, rischierebbe di somigliare un po’ troppo al governatore.

Attraverso una serie di escamotage riusciremo a vedere un nuovo Rick che, finalmente, sembra essere davvero apprezzato come leader soprattutto da Jesus. Devo dire che non mi sembra una situazione davvero interessante, continuo a pensare che tutto sia improntato come nella serie di Dragon Ball Z in cui assistiamo ad allenamenti che servono a battere un nemico più grande che riesce a dare più mazzate nei denti.

Saul Goodman direbbe che bisognerà mandare qualcuno a Belize, staremo a vedere.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: