Un viaggio negli “Anni ’90 – Dagli 883 a Carmageddon” di Marco “Frullo” Frullanti

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Oggi abbiamo letto un nuovo ebook di un giovane autore. Il suo titolo è Anni ’90 – Dagli 883 a Carmageddon ed è un inno alla decade più importante, fatta di miti e leggende che difficilmente abbiamo dimenticato, quando i primi capelli bianchi hanno fatto la loro comparsa. Nasce così un punto di vista tipico di quella “Generazione Y”, cresciuta col Nintendo 8 bit ma non con l’iPhone, quei laureati precari e “choosy” che hanno visto nascere internet, verso la fine degli anni ’90, e quindi ne conoscono come nessun altro il retroterra culturale. Marco “Frullo” Frullanti ci dedica qualche momento nostalgico, con uno stile leggero e ironico.

Frullo, laureato in Semiotica, consulente di web marketing e in generale “smanettone di internet”, concilia fin da sempre le sue due grandi  passioni, la lettura e il mondo “nerd”. Anche come scrittore. Ci ha fatto particolarmente sorridere il suo modo di promuoversi: “Se le mie menate vi hanno in qualche modo interessato, per il mio ebook non vi chiedo molto, 99 cent, basta rinunciare a 4 Pall Mall o 10 goleador o una hollandia dal paki o un caffè o un decimo di un mohito in un bar fighetto, potete scaricarlo QUI.

 




Vi lasciamo con l’inno a Guybrush Threepwood, eroe delle avventure della saga di Monkeys Island.

La saga di “Monkey Island” è con ogni probabilità la più amata e la più celebrata nel genere. Il motivo? Beh, guardate il protagonista, Guybrush Threepwood: il nome improbabile e il look piratesco alla buona sono già un bel programma, confermato del resto dal suo scarso repertorio di abilità (a parte tenere il fiato sott’acqua per 10 minuti) e dal suo talento per mettersi in situazioni imbarazzanti. Sì, non siete gli unici sfigati ad esservi immedesimati in Guybrush. I vari Monkey Island (o meglio, i primi 3 capitoli, 1991, 1992 e 1998, che poi sono senza dubbio i migliori; il quarto non fa molto a parte replicare forzatamente la struttura degli altri e risulta più irritante che divertente, mentre il quinto, composta da vari capitoli distribuiti separatamente, è carino, ma non è più la stessa cosa e lo sappiamo tutti) non nascondono una struttura narrativa di base alquanto archetipica: eroe in un percorso di formazione, donna amata, antagonista cattivone, rivali e aiutanti, oggetti magici, congiunzione finale con l’oggetto del desiderio… sembra una favola dei fratelli Grimm e il buon vecchio Greimas ne sarebbe compiaciuto.

Buona lettura!

http://www.natividigitaliedizioni.it/prodotto/marco-frullo-frullanti-anni-90/