Dove dormire alle Lofoten, la nostra esperienza in un alloggio da sogno

#luxurytravel #hotelreview

Foto di BlogShifts

Tra le cose imperdibili da fare durante un viaggio alle Isole Lofoten, vi è senza dubbio dormire nei Rorbuer. Ma andiamo con ordine…

Cosa sono i Rorbuer?

I Rorbuer sono delle tipiche abitazioni dei pescatori norvegesi. Sospesi su delle palafitte, e quindi spesso posizionati direttamente sul mare e all’interno dei fiordi, i Rorbuer sono graziose casette generalmente di colore rosso o giallo, diventate il simbolo della Norvegia del Nord e delle bellissime Isole Lofoten.

Al giorno d’oggi molti Rorbuer sono stati ristrutturati e riconvertiti in alloggi di (più o meno) lusso.

Ce ne sono davvero per tutti i gusti e per tutte le tasche: piccoli, grandi, sapientemente ristrutturati, tradizionali e spartani, con letti a castello o king size. Insomma, non avete scuse: dormire in un Rorbu è senza dubbio un’esperienza da non perdere se si decide di trascorrere qualche giorno in queste zone.

Tra i Rorbuer in cui abbiamo dormito e che ci sono piaciuti di più, certamente rientra il Resort Eliassen Rorbuer.

Il Resort Eliassen Rorbuer

Eliassen Rorbuer è un resort nel bellissimo e suggestivo villaggio di Hamnøy, uno tra i più famosi paesini di pescatori delle Isole Lofoten.
“Eliassen” è il nome della famiglia che a fine ottocento iniziò a costruire i primi edifici e ad intraprendere la pesca del merluzzo, attività commerciale primaria della zona.
Il resort è composto da numerosi cottage rossi, diffusi ai piedi di maestose montagne che vi toglieranno il fiato.

Le camere e i pasti

La maggior parte dei Rorbuer del resort sono arredati con uno stile moderno che però si integra perfettamente all’ambiente circostante, riuscendo a ricordare agli ospiti il loro uso originale.

Altri invece, non ristrutturati, conservano ancora di più il carattere tradizionale ma ovviamente risultano meno confortevoli e più datati.

Noi abbiamo alloggiato in un Rorbu ristrutturato e da cui si riusciva a godere di una vista mare laterale, perché quelli più vicino al fiordo erano stati già tutti prenotati. Il nostro consiglio, se possibile, è scegliere al momento della prenotazione un Rorbu vista mare, di quelli che affacciano direttamente sul fiordo: la meraviglia è assicurata!

La nostra casina ci è piaciuta tantissimo: pulita e dotata di tutti i comfort, è risultata un’ottima sistemazione per rilassarci e goderci i dintorni.


La cucina, presente all’interno di ogni appartamento, ci ha permesso di assicurarci le cene (alle Lofoten i locali chiudono molto presto, con orari davvero limitanti per noi italiani abituati a cenare anche tardi) e di goderci lo spettacolo stupefacente dalla vetrata del nostro soggiorno mentre mangiavamo cibi tipici norvegesi.

All’interno del resort è comunque presente un ristorante che noi non abbiamo avuto il piacere di provare ma che può essere una soluzione per chi non ha voglia di cucinare.

La colazione non è inclusa nella tariffa, è possibile dunque prenotarla al momento del check-in ad un costo di circa 20 euro a persona al giorno oppure acquistare solo una brioche e un caffè alla bakery presente all’interno del resort.

Le pulizie non vengono fatte giornalmente (non è un problema ma può essere importante saperlo).

La location

La location è semplicemente spettacolare. Le montagne circostanti sovrastano ogni cosa e il mare del nord avvolge gelido il villaggio.

Con il sole, la pioggia, la nebbia, al tramonto…ogni momento della giornata tinge di colori nuovi il panorama e regala una vista mozzafiato di ineguagliabile bellezza.

Non è un caso che, passeggiando sul pontile dinanzi ai Rorbuer vista mare, si scorgono gli ospiti dietro le vetrate sostare sul proprio divano ad ammirare il paesaggio. Questa è l’attività principale del posto: contemplare la bellezza e sentirsi piccoli davanti al mondo.

Le attività

Il resort mette a disposizione molte attività da fare, a pagamento, per chi non vuole rischiare di annoiarsi. Alcune delle proposte che abbiamo visto (ma che non abbiamo provato) sono:

  • Sauna con vista sul fiordo e possibilità di immergersi nel mare subito dopo;
  • Kayak;
  • Noleggio di bici;
  • Snorkeling;
  • Giro in barca per attività di pesca.

L’app del resort

Una cosa che abbiamo trovato molto utile è l’app brandizzata del resort. Scaricandola è possibile avere sottomano tutto ciò che riguarda la propria prenotazione, oltre che la mappa del resort, la sezione dedicata all’aurora boreale (con la percentuale di probabilità di avvistamento ad Hamnøy), le attività da fare e molte altre informazioni utili.

Il check- in è comodissimo, non c’è neanche bisogno di andare alla reception perché viene comunicato via mail un codice per aprire il proprio Rorbuer. Totalmente covid safe!

Ci siamo innamorati

Per noi è stato un sogno. Non dimenticheremo mai quando, sotto la pioggia ma con un flebile sole di mezzanotte, siamo usciti dal nostro Rorbu e siamo corsi verso il pontile e lì, sotto le maestose montagne, siamo rimasti immobili, in silenzio nella nebbia.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: