Shoreditch: guida alla scoperta del quartiere più vibrante di Londra

Post in collaborazione con Point A Hotel

Chi va a Londra per la prima volta probabilmente non mancherà di visitare i quartieri più popolari e turistici della città: Covent Garden, Notting Hill, Oxford Circus, Piccadilly e così via. Posti sicuramente bellissimi e tipici di Londra, ma, se siete alla ricerca di qualcosa di più autentico e fuori dalle principali rotte del turismo di massa, allora Shoreditch è un quartiere che può fare al caso vostro, e che vi consigliamo di inserire nell’itinerario del vostro prossimo viaggio londinese.

In questo articolo proveremo a darvi un po’ di dritte in base alla nostra recente esperienza.

Il primo suggerimento, e il più importante che vogliamo darvi, è di perdervi per le strade del quartiere senza imporvi tappe obbligate: ogni stradina può riservarvi angoli unici che non sempre sono segnalati su una mappa!

Shoreditch è un quartiere vibrante, che emana positività, e che può regalarti grandi sorprese. È molto tranquillo, ma c’è tutto a pochi passi. Ecco perché consigliamo anche di prenderlo in considerazione come zona dove soggiornare un paio di notti.

Cosa fare a Shoreditch

Di seguito un po’ di cose che abbiamo fatto a Shoreditch e che vi consigliamo.

Ammirare la street art di Brick Lane

A nostro parere Brick Lane è la via più bella dell’intero quartiere. Pullula di caffè, pub, mercatini vintage ma soprattutto di street art. Anche per questo motivo vi consigliamo di perdervi per le vie principali e secondarie alla ricerca del murales più creativo.

Visitare la old Truman Brewery

La old Truman Brewery è stata per molto tempo una delle più grandi birrerie del mondo. Fondata intorno al 1666, è stata per lungo tempo abbandonata. Oggi, dopo un importante intervento di ristrutturazione durato oltre dodici anni, gli edifici vuoti sono stati trasformati in un centro ricreativo per eventi, mostre, mercatini, negozi, bar e ristoranti.

Il nostro consiglio è quello di farvi un giro per gli splendidi negozi hipster, le librerie ed i vivai e fermarvi a mangiare street food dove più vi ispira.

Fare shopping nel vero vintage

Sicuramente sapete che il posto più famoso di Londra per acquistare vintage è Camden Town. Ma, a nostro parere, per quanto bello sia, non è il posto migliore per questo genere di attività. Infatti abbiamo notato che c’è molta roba cinese spacciata per vintage, ed i prezzi sono tutt’altro che abbordabili.

Lungo Brick Lane invece ci sono tantissimi negozietti vintage autentici. Vi consigliamo in modo particolare il Vintage Market attaccato alla Old Truman Brewery: un dedalo di negozi vintage che sono il sogno di ogni appassionato.

Qui è possibile trovare di tutto: vestiti, vinili a partire da 1 sterlina, giacche anni ’70, occhiali da sole, gioielli, e chi più ne ha più ne metta. È stata un’esperienza davvero autentica e poco turistica.

Organizzare un pic nic

Una delle cose che più apprezziamo di Londra è la presenza di numerosissimi parchi ed aree verdi in cui fermarsi liberamente a riposare sull’erba, mangiare, fare una passeggiata, leggere un libro. Per questo motivo tra le cose che suggeriamo di fare a Shoreditch (ma in generale in tutta la città) è organizzare un pic nic, meteo permettendo. È un’usanza molto comune tra gli inglesi, infatti basta un raggio di sole e una giornata nemmeno troppo calda per vedere tante famiglie intrattenersi nei parchi. Come dargli torto?

Dove mangiare

Ok, tutto bellissimo. Ma dove mangiare a Shoreditch? Qui di seguito un po’ di nostri consigli su posti che abbiamo provato durante i due giorni della nostra permanenza, ma vi assicuriamo che c’è tantissima scelta.

Il quartiere infatti è pieno di localini, caffè, ma soprattutto di tipici pub londinesi. Per quanto riguarda questi ultimi, secondo noi, si equivalgono un po’ tutti. Sono infatti tutti molto belli esteticamente, e vale la pena visitarli per sorseggiare una birra e godere della tipica atmosfera londinese. Quanto al cibo, probabilmente, per mangiare bene è meglio andare altrove.

Colazione da The Beehive – coffee & industry

Per colazione vi suggeriamo The Beehive (305 Cambridge Heath Rd), un caffè hipster con ampia scelta di dolci, brioches e alternative vegane. Possibile anche fare una colazione salata. Il bar ha sia tavolini al chiuso che all’aperto, è pulito, lo staff è gentile e il caffè è buono per lo standard del Regno Unito.

Carne affumicata da SMOKESTAK

Per cena un consiglio da non perdere è SMOKESTAK (35 Sclater St, London E1 6LB). Un bellissimo posto dove mangiare dei piatti eccellenti di carne affumicata. Il locale, in stile industrial, è caratteristico e vivace. Probabilmente il posto migliore dove abbiamo mangiato a Londra. Noi abbiamo preso il famoso brisket bun e delle patatine buonissime con salsa aioli, ma avremmo tranquillamente ordinato l’intero menù.

Birra da Goose Island Brewpub

Se vi va un’eccellente birra Goose Island questo è il posto giusto. Personale cordiale con un’atmosfera piacevole, vivace ed amichevole. Si ordina tramite smartphone e l’ordinazione viene servita poco dopo direttamente al tavolo. Noi abbiamo anche mangiato, e gli hamburger non sono niente male, ma vi consigliamo questo posto principalmente per la birra (come detto prima questa “regola” vale un po’ per tutti i pub londinesi).

Bagel all night long!

Questa è una chicca che ci è stata consigliata proprio da un local. Un forno aperto giorno e notte noto per i tradizionali bagel in stile ebraico farciti, ad esempio, con manzo sotto sale e salmone affumicato. I prezzi sono veramente bassissimi rispetto alla media della città.

Dove dormire

Abbiamo dormito a Shoreditch due notti, ed è stata una scelta molto saggia. Il quartiere è più tranquillo rispetto a molte altre zone di Londra, ma allo stesso tempo non ci si annoia grazie alla presenza di pub tipici londinesi, caffè di ogni tipo, eventi e posti da scoprire.

La presenza della linea centrale della metro assicura di poter raggiungere le zone principali di Londra in poco tempo, se non si ha voglia di camminare a piedi.

Per il nostro soggiorno di due notti abbiamo scelto Point A Hotel, una soluzione comoda, low budget, pulita ed essenziale. Si sa, Londra è carissima, per questo se siete alla ricerca di un hotel funzionale e non troppo costoso, Point A può fare al caso vostro.

Le stanze sono piccole (ma vi assicuriamo che è la normalità in tutta Londra), e pulite. Presentano tutto il necessario per rendere confortevole la vostra permanenza: prodotti da bagno, asciugacapelli, biancheria. Le pulizie della stanza avvengono ogni tre giorni ma il ricambio degli asciugamani è quotidiano.

Una nota importantissima a nostro parere è la colazione, che è inclusa in quasi tutte le tariffe (dalla nostra esperienza per Londra è una rarità!). La colazione è a buffet, ed è molto varia comprendendo brioches, yogurt, succhi, frutta fresca, uova e opzioni di bevande vegane. Abbiamo apprezzato moltissimo la possibilità di fare una doggy bag per potersi portare qualcosa da asporto e fare uno spuntino durante la giornata.

Per chi è adatto questo hotel? Secondo noi per chiunque voglia risparmiare e abbia la necessità di un appoggio notturno dopo aver visitato la città. È un hotel molto giovanile che risponde bene all’esigenza di coloro che non devono trascorrere troppo tempo in camera ma che necessitano di una soluzione smart e confortevole a poco prezzo.

Siamo sicuri che Shoreditch diventerà il prossimo quartiere di tendenza, un luogo in cui la Londra vittoriana e georgiana si coniuga perfettamente con l’atmosfera hipster nel centro dell’East End.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: